logo
header

Quali saranno le strategie e i trend d'investimento IT delle Compagnie per il 2012?

Partendo dalla raccolta premi il barometro dell'Ania, volge al variabile: il 2011 prevede infatti una raccolta complessiva pari a 122,292 miliardi di euro, -2,9% rispetto al 2010. Il calo dovrebbe essere prodotto dal comparto vita, previsto in flessione del 5%; i rami danni, invece, dovrebbero aumentare del 2,4%.

Se tutto questo non è sufficiente per qualificare la situazione attuale in termini problematici, basterebbe sottolineare che i mercati finanziari, nel corso del primo semestre, sono apparsi molto perturbati dalla crisi debitoria di diversi Paesi europei. Crisi che riflette i suoi effetti sugli stock obbligazionari posseduti da molte imprese.

Un quadro che esprime la convinzione che il settore assicurativo italiano dovrà impattarsi con un nuovo modo di lavorare, proiettato all'innovazione e alla corsa verso l'efficienza delle strutture massimizzando le sinergie finanziarie e la semplificazione organizzativa.

La risposta del nostro Gruppo a questi fenomeni di mercato è l'individuazione di una strategia complessiva e personalizzata che prevede un'integrazione tra asset tecnologici e servizi. Abbiamo voluto chiamare questo nuovo paradigma "La Compagnia Digitale". Questa rivoluzione tecnologica in atto deve essere una transizione soft che va governata con un approccio strutturato e un processo di Change Management dedicato.

Esigenze sempre più sfidanti quindi, e sempre più up-to-the-minute, pensiamo ad esempio all'urgenza con cui le imprese assicuratrici devono fronteggiare la rivoluzione social: il passaparola nell'era dei social network può essere un'arma a doppio taglio che le Compagnie devono necessariamente gestire con gli strumenti adeguati e con attività di monitoraggio della Web Reputation.

Così come i sistemi di digitalizzazione e archiviazione documentale sono un must per una Compagnia all'avanguardia che voglia affrontare la sfida delle tecnologie mobile e Paperless.

Come Gartner giustamente evidenza nel contributo Industry Research il valore aggiunto di queste soluzioni specifiche è quello di richiedere tempi e costi contenuti e un ROI più immediato.

Budget sempre più mirati e contenuti, canalizzati nell'innovazione, servizi a 360°, adozione di strumenti altamente specializzati ed efficienti per la gestione rappresentano le vere risposte strategiche per fare i conti con gli effetti di una crisi economica mondiale e italiana non ancora superata e per vincere la sfida dell'efficienza.

Enjoy!
Elena Pistone MKTG & Communication Manager